111 luoghi dell’Umbria da scoprire, a Todi il libro di Fabrizio Ardito

Venerdì 19 maggio presentazione alla Sala del Consiglio comunale alle ore 17.30 – Dov’è che si può nuotare dentro un teatro romano? Quale lago fece ribollire Ponzio Pilato? Chi altri trasformò l’acqua in vino?

Sono alcune delle curiosità descritte nel libro “111 luoghi dell’Umbria che devi proprio scoprire” che sarà presentato venerdì 19 maggio alle ore 17.30 nella Sala del Consiglio comunale di Todi, in occasione della riapertura del rinnovato Ufficio di Informazioni e Accoglienza Turistica in programma alle ore 19 negli spazi dei Portici Comunali.

Il libro, curato dal giornalista e fotografo free lance Fabrizio Ardito per Emons Edizioni, individua i luoghi più suggestivi che meritano di essere scoperti fuori dai tradizionali circuiti del turismo di massa. Mummie polverose e lenticchie sopraffine, costole di draghi crudeli e gelati eccezionali. Nella regione più verde d’Italia, patria di San Francesco, del buon vivere e del cioccolato, decine sono i luoghi, i musei e gli artigiani da scoprire. Seguendo senza fretta le tortuose strade secondarie, i sentieri e le ferrovie minori, questi 111 luoghi svelano un’Umbria sempre più piena di meraviglia.

Insieme all’autore ne parleranno rappresentanti della Regione Umbria, dell’Amministrazione comunale e la Dirigente del Servizio Turismo della Regione Umbria Antonella Tiranti.

L’autore e fotografo Fabrizio Ardito, nato a Roma nel 1957, è giornalista e fotografo free lance e scrive di viaggi e natura per diverse testate ed editori, tra cui il Touring Club Italiano. Ha pubblicato decine di libri, in buona parte dedicati all’Italia. Tra le sue grandi passioni ci sono il mondo sotterraneo, i lunghi cammini storici italiani e stranieri e gli aspetti più curiosi e nascosti d’Italia.